Mottainai, il motto della ecostenibilità

Mottainai ha conquistato Milano con l’inaugurazione della mostra omonima.

Una sfida per la Komatsu Seiren, una delle più grandi industrie tessili giapponesi, in tema di contenimento degli sprechi, ma sopratutto in termini di ecosostenibilità ambientale. L’industria dopo alcuni anni di ricerca ha adottato un sistema di recupero dei fanghi industriali, frutto della lavorazione dei tessuti, riutilizzandoli in ambito urbano.

mottainai_1mottainai_3

Dai fanghi si ricava una mattonella calpestabile che può essere utilizzata sia per percorsi pedonali sia per l’allestimento di giardini pensili. Un’idea tanto innovativa quanto utile che potrebbe permettere di avere in casa giardini senza terra, con alto assorbimento d’acqua e un lento rilascio dell’umidità.

mottainai_2mottainai_4

Ospite presso il Museo Fondazione Luciana Matalon, la mostra illustra l’utilizzo delle mattonelle Greenbiz® con l’ausilio di installazioni artitiche. Il progetto è stato coordinato dal prof. Marco Imperadori del Politecnico di Milano, la parte di realizzazione tecnica dell’installazione è a cura di Nord Zinc, che ha proposto una struttura in acciaio con protezione Sistema Triplex®.

La mostra resterà aperta fino al 3 maggio 2014, l’ingresso è libero, ed è patrocinata dal Consolato Generale del Giappone e promossa dal Politecnico di Milano. Il curatore è Michele Gambolò.