Grattanuvole: tra i grattacieli di Milano

Grattanuvole: una mostra tra i grattacieli di Milano – Grattanuvole ci ha portati alla scoperta di un secolo di architettura verticale a Milano.

Grattanuvole: tra i grattacieli di Milano - My Green World - Origine foto:  wwwfondazionericcardocatella.org

Si è da poco conclusa, presso la Fondazione Riccardo Catella di Milano, la mostra Grattanuvole: un secolo di grattacieli a Milano, un’interessante viaggio attraverso l’edilizia verticale milanese degli ultimi cento anni. Un viaggio che porta il visitatore fino al recente profilo che il capoluogo lombardo, da sempre all’avanguardia in campo edilizio, ha acquisito oggigiorno.

Il grattacielo è per antonomasia il simbolo della modernità e dell’audacia, dai pioneristici progetti statunitensi degli anni 20 del XX secolo sino ai moderni colossi di Dubai e di Abu Dhabi, il grattacielo, con la sua verticalità, ha mostrato sempre la sua funzionalità e la sua arditezza, attirando l’interesse anche della città meneghina nel pieno del suo sviluppo novecentesco.

Grattanuvole: tra i grattacieli di Milano - My Green World - Origine foto: www.ilgiorno.it
Nord Zinc S.p.A. è presente, coi suoi principi, il suo spirito di innovazione e di eco-sostenibilità, attraverso alcuni progetti realizzati a Milano, dove la società di San Gervasio Bresciano ha lavorato coi suoi innovativi metodi di zincatura – Sigillo Verde e Sistema Triplex – , selezionati e utilizzati per importanti progetti quali Diamantone e Torre Isozaki.

La mostra è stata ideata dalla Scuola di Architettura e dalla Società DasTU (dipartimento di Studi Urbani) e ci guida attraverso 80 costruzioni che sono il tratto distintivo dello skyline milanese. Disegni originali, immagini fotografiche, schede dettagliate dei vari progetti, ma soprattutto un imponente skyline di Milano di 8×3 metri creato ad hoc dal messicano Raymundo Sesma, questo, forse, il progetto di maggior impatto visivo all’interno della mostra. Ma alla mostra hanno partecipato tanti nomi noti attraverso i loro studi e i loro progetti, nomi quali: Francesco Dal Co, Carlo Olmo, Mario Botta, Pierluigi Nicolin, Stefano Boeri, Cino Zucchi, Italo Rota, Fulvio Irace.

Grattanuvole: tra i grattacieli di Milano - My Green World - Origine foto: www.floornature.it
A margine della mostra anche dieci progetti realizzati con mattoncini Lego e progettatti da dieci differenti studi milanesi: Edirisio Bruletti, Giulio Ceppi Total Tool, Attilio Stocchi, Park Associati, Guidarini & Salvadeo, Onsite studio, Piu Arch, Studio OBR, Fabio Novembre, Italo Rota, Massimo Roj progetto CMR.

La mostra Grattanuvole ha permesso di creare una imponente visione di insieme sullo sviluppo di Milano, ma anche sullo sviluppo dell’architettura mondiale, poiché i nomi che lungo i decenni hanno lavorato alla costruzione dello skyline milanese non sono solo italiani, ma provengono da tutto il mondo. Un viaggio, quindi, attraverso l’architettura mondiale vista attraverso la lente dell’architettura di Milano che nel corso del XX secolo ha fatto da ispirazione e da traino per tutto il paese.

 

Lorenzo Del Pietro